Home / Economia e Finanza / Almaviva, Bellanova: «il governo è in campo, l’azienda revochi i licenziamenti»

Almaviva, Bellanova: «il governo è in campo, l’azienda revochi i licenziamenti»

(PRIMAPRESS) – ROMA – ”Chiedo ad Almaviva la revoca dei licenziamenti e riconvoco il tavolo per mercoledì prossimo fissando questa mia richiesta come primo punto all’ordine del giorno”. Lo ha detto la viceministro allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova, ieri a conclusione del confronto al Mise, alla presenza delle parti sociali, dei rappresentanti delle regioni Campania, Sicilia e Lazio e dei comuni di Palermo e Napoli.  “Noi faremo fino in fondo la nostra parte, ma pretendiamo che ognuno la faccia. Non ho oggi la soluzione e siamo in una fase complicata perché dobbiamo comporre ciò che nessuno ha saputo comporre fino ad ora, e chi propone ricette facili specula sulla vita delle persone. Noi però a questo tavolo – ha detto nel suo intervento la Viceministro – prendiamo impegni concreti. La clausola sociale è realtà, ora va realizzata nell’intesa tra le parti. Lavorando con le imprese committenti ho già proposto la premialità per chi si impegna a restare sul territorio. Abbiamo cancellato il massimo ribasso e ora chiediamo di legare nei bandi l’offerta  economicamente più vantaggiosa al rispetto del contratto nazionale di settore. Stiamo lavorando per il sostegno ad un Fondo per l’innovazione, perché senza innovazione questo settore non può crescere e restare competitivo. Stiamo intensificando, in collaborazione con il ministero del Lavoro, le ispezioni, per colpire dove c’è evasione contributiva e dell’Iva, e c’è, visto che la denuncia è così forte, ma anche su questo punto tutti dobbiamo assumerci responsabilità. Tornerò a interpellare l’Inps perché si vada avanti su questa strada”.

“Anche sul rispetto dell’articolo 24 bis contro le delocalizzazioni ci stiamo muovendo. Abbiamo preso atto che c’è una difficoltà nell’applicazione della norma così com’è ora, ed è per questo che, tra le altre cose, abbiamo inasprito le sanzioni con un emendamento depositato al ddl Concorrenza”, ha aggiunto la Viceministro.

“Abbiamo bisogno di tempo – ha concluso Bellanova – per costruire una soluzione che salvaguardi i posti di lavoro e che non metta a rischio la tenuta economica dell’azienda. Abbiamo a disposizione gli ammortizzatori sociali per un tempo utile a individuare la soluzione più efficace, e contemporaneamente, passo dopo passo, portare a buon fine il confronto con le aziende committenti”.

– (PRIMAPRESS)

About direzione@primapress.it RED-CENTRALE

Check Also

La fiscalità nel mondo dei giochi con la nuova Legge di Stabilità