aprile, 2016

  • 15 aprile

    Auto: prosegue il trend positivo a marzo in Europa

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Continua il trend positivo,anche se in frenata,per le vendite di auto in Europa a 28+Efta.A marzo,l’Associazione dei costruttori europei(Acea) ha registrato un +5,7%% su base annua e un +8,1% nel primo trimestre. Numeri da record per l’Italia, con un +17,4% sull’anno e addirittura +20,8% sul trimestre. Non si arresta la corsa di Fca, che con 110.592 immatricolazioni ha segnato un balzo del 13,3% rispetto a marzo 2015. La sua quota di mercato sale dal 5,9% al 6,3%. Fiat +14%, Jeep +14,5%, Lancia +16,8% e Alfa Romeo +0,8%. – (PRIMAPRESS)

  • 14 aprile

    Inps: a marzo le ore di cassa integrazione in netto calo

    (PRIMAPRESS) – ROMA – A marzo, il totale di ore di cassa integrazione autorizzate risulta ridotto del 15,3% rispetto allo stesso mese del 2015. Le ore sono state 52,3 milioni rispetto ai 61,8 milioni del marzo 2015 Anche le ore autorizzate di cassa integrazione ordinaria a marzo sono state 17,5 milioni, in diminuzione del 22,8% rispetto ai 22,8 milioni dell’anno prima. La variazione tendenziale è stata pari a -12,8% nell’industria e -50,0% nell’edilizia. – (PRIMAPRESS)

  • 14 aprile

    Borse europee: apertura incerta per tutte

    (PRIMAPRESS) – MILANO – Apertura incerta per le Borse europee dopo i rialzi di ieri. Piazza Affari apre in rialzo a +0,22%. All Share a +0,21%. In calo Francoforte (-0,09%),Londra (-0,34%),Parigi (-0,1%) Stabile lo Spread tra Btp e Bund tedeschi, a 116 punti. In calo l’euro, scambiato a 1,1261 dollari e a 123,19 yen. – (PRIMAPRESS)

  • 14 aprile

    Borse: chiusura in forte rialzo per Tokyo

    (PRIMAPRESS) – TOKYO – Chiusura di seduta in netto rialzo per il listino giapponese, in terreno positivo per il terzo giorno consecutivo. L’indice Nikkei dei 225titoli guida guadagna il 3,23%, a quota 16.911,05. Lo yen, intanto, arresta la manovra di rafforzamento sul dollaro, oscillando su quota 109,50. – (PRIMAPRESS)

  • 14 aprile

    Almaviva, Bellanova: «il governo è in campo, l’azienda revochi i licenziamenti»

    (PRIMAPRESS) – ROMA – ”Chiedo ad Almaviva la revoca dei licenziamenti e riconvoco il tavolo per mercoledì prossimo fissando questa mia richiesta come primo punto all’ordine del giorno”. Lo ha detto la viceministro allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova, ieri a conclusione del confronto al Mise, alla presenza delle parti sociali, dei rappresentanti delle regioni Campania, Sicilia e Lazio e dei comuni di Palermo e Napoli.  “Noi faremo fino in fondo la nostra parte, ma pretendiamo che ognuno la faccia. Non ho oggi la soluzione e siamo in una fase complicata perché dobbiamo comporre ciò che nessuno ha saputo comporre fino …

  • 14 aprile

    Padoan: «sulel stime Fmi vedremo chi ha ragione»

    (PRIMAPRESS) – NEW YORK – Le stime del Fmi “sono diverse dalle nostre. Vedremo chi alla fine avrà ragione. Noi comunque sulle previsioni abbiamo un tasso di errore molto basso” Lo afferma il ministro dell’Economia, Padoan, a margine di un intervento alla Columbia University di New York. Padoan aggiunge che “l’Italia è tornata a crescere” con la “disoccupazione in calo, anche quella giovanile”. Dati “incoraggianti- ammette- ma non soddisfacenti”. L’impegno del governo è continuare “sulla strada delle riforme, soprattutto quelle istituzionali” – (PRIMAPRESS)

  • 14 aprile

    Borse: Tokyo apre in positivo

    (PRIMAPRESS) – TOKYO – La Borsa di Tokyo apre gli scambi in rialzo dell’1,40%: l’indice Nikkei guadagna 229 punti a quota 16.610,43. Inverte il cambio di marcia lo yen, che torna a svalutarsi sul biglietto verde che viene scambiato a 109,44 yen nelle contrattazioni in Asia. – (PRIMAPRESS)

  • 13 aprile

    Natuzzi, Molteni e Poltrona Frau guidano la classifica delle aziende del mobile

    (PRIMAPRESS) – MILANO – È Natuzzi, secondo una ricerca Pambianco-Sole24Ore, a guidare la classifica delle aziende italiane del mobile nel 2015, seguita da Molteni e Poltrona Frau, rispettivamente in seconda e terza posizione. Il settore, nel suo complesso, registra segnali positivi dopo sette anni di evidente difficoltà, grazie principalmente alle esportazioni. Secondo uno studio condotto da Pambianco Strategie di Impresa, e pubblicato sul primo numero appena lanciato del magazine Pambianco Design, le 20 principali aziende italiane di casa&design hanno archiviato un 2015 in crescita e possono guardare al 2016 con una buona dose di ottimismo: i ricavi del campione sono cresciuti nel complesso dell’8%, passando da 3,4 …

  • 13 aprile

    Università e lavoro: un binomio non facile

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Un tempo l’Italia era nota anche e soprattutto per la qualità delle sue strutture universitarie: da anni, però, i nostri atenei sono scesi sempre più in basso nelle classifiche di gradimento europee, tanto da mettere in grande difficoltà tutti gli studenti che mirano al conseguimento di un titolo di studio necessario per poter aver accesso ad un lavoro soddisfacente e, dunque, ad un futuro vivibile. Le nostre università, infatti, sono sempre più spesso cadenti e decadenti, sia nella struttura degli edifici che nella classe docente: molti professori sono infatti anziani, non in linea con le nuove …

  • 13 aprile

    Randstad Award: gli italiani vogliono lavorare in Ferrero, Apple e Maserati e preferiscono la flessibilità

    (PRIMAPRESS) – MILANO – Le aziende in cui gli italiani sognano di lavorare? Sono Ferrero, Apple e Maserati. Sono infatti queste le tre aziende vincitrici della sesta edizione del Randstad Award, il riconoscimento assegnato lo scorso 6 aprile, a Milano, nella sede di Palazzo Mezzanotte, da Randstad, secondo player al mondo nei servizi per le risorse umane, alle aziende più attrattive come potenziale datore di lavoro sulla base della più grande indagine globale sull’employer branding. Lo studio, commissionato da Randstad all’Istituto belga Icma e condotto su oltre 200.000 persone in 25 Paesi in modo indipendente (nessuna azienda si può iscrivere …

  • 13 aprile

    Prove di dialogo tra la Grecia ed i suoi creditori in vista delle scadenze di luglio

    (PRIMAPRESS) – ATENE – I colloqui tra la Grecia e i suoi creditori sono ripresi nel tentativo di concludere la prima revisione del terzo programma entro fine aprile. I nodi da dipanare sono diversi: la riforma delle pensioni, le imposte sui redditi, la gestione dei crediti in sofferenza negli attivi del sistema bancario e l’obiettivo di avanzo primario. E sullo sfondo resta la pesante crisi dei migranti. I creditori vogliono che Atene si impegni in un miglioramento sui numeri di finanza pubblica, incentrato sulla riforma delle pensioni e sulle imposte sui redditi per un totale di 5,4 miliardi di euro, …

  • 13 aprile

    Inflazione in recupero grazie alla minore flessione degli energetici

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Segnali di inflazione in recupero a marzo con il CPI area euro a -0,1% a/a. Il lieve rialzo dell’inflazione è principalmente imputabile al ridimensionamento della flessione dei Beni energetici non regolamentati (-5,9%, da -8,7% di dicembre) e all’inversione della tendenza dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+0,5%, da -1,7% di dicembre); questa dinamica è attenuata dal rallentamento della crescita degli alimentari non lavorati (+0,6%; era +2,3% il mese precedente).  In Italia dopo che la produzione industriale di febbraio ha segnato una correzione meno ampia delle attese in febbraio, il focus si sposta sulla stima finale …

  • 11 aprile

    Pil 2016 a ribasso: addio all’1,2% lo segnala la relazione del Def

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Le anticipazioni dei giorni scorsi del premier Renzi e del ministro dell’Economia Padoan che davano una crescita del PIL nel 2016 pari all’1,2% , probabilmente dovrà essere vista al ribasso. Lo si apprende nella Relazione conclusiva al Parlamento che accompagna il documento economico finanziario (Def): “La previsione continua a basarsi su aspettative relativamente ottimistiche circa la domanda interna e la capacità delle imprese italiane di espandere le loro esportazioni in un quadro di accresciuta difficoltà, ed è pertanto soggetta anche a rischi al ribasso”.    – (PRIMAPRESS)

  • 8 aprile

    Export. Ruvolo (Confimprenditori): «Braccio di ferro Bruxelles-Mosca, a perdere sono solo le imprese. Il governo non resti a guardare»

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Le sanzioni economiche imposte alla Russia e dalla Russia hanno generato una profonda crisi in migliaia di piccole e medie imprese, soprattutto legate al made in Italy, dall’agroalimentare alla moda, dal turismo all’arredo. Renzi apra gli occhi e prenda atto di quanto sta accadendo, provvedendo a fare le opportune pressioni su Bruxelles per fermare questo gioco al massacro”.Così il presidente della Confimprenditori Stefano Ruvolo che, dati alla mano, commenta il “costo” per le imprese italiane a causa dell’embargo alla Russia.“Le importazioni russe di prodotti made in Italy hanno subito nel 2015 una caduta del 23,6% – …

  • 7 aprile

    Banda larga: Starace, «Sarebbe fantastico se Telecom facesse parte della partita»

    (PRIMAPRESS) – ROMA – “Sarebbe fantastico se Telecom facesse parte della partita”. Lo ha detto l’ad dell’Enel, Starace, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano se il dialogo con il colosso telefonico per la banda ultralarga fosse ancora in piedi. “Il dialogo c’è stato fin dall’inizio”, ma “siamo aperti a qualunque soluzione con tutti gli operatori”, ha aggiunto. “Ci sono vari fondi” interessati a entrare in Enel Open Fiber. Per ora, ha chiarito, sono state “raccolte le manifestazioni di interesse”. La selezione dei partner finanziari “dopo l’estate”. – (PRIMAPRESS)

  • 5 aprile

    Al via i titoli di Stato(BTP) indicizzati al tasso d’inflazione nazionale

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Sono in emissione da ieri i BTP Italia, i titoli di Stato indicizzati al tasso di inflazione nazionale. I primi tre giorni, dal 4 al 6 aprile, saranno riservati ai risparmiatori individuali ed affini (con possibile chiusura anticipata), mentre agli investitori istituzionali è riservata la mattinata del 7 aprile (con possibile riparto degli ordini). Le principali caratteristiche di questi titoli sono: la rivalutazione del capitale con cadenza semestrale; l’indicizzazione all’inflazione italiana e non europea; il collocamento tramite MOT; la protezione dalla deflazione non solo per il capitale ma anche per la cedola e il premio fedeltà …

  • 5 aprile

    Dopo Burberry è Gucci a sdoganare le sfilate uniche uomo-donna

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Chiamatela ottimizzazione in tempo di crisi o mix di genere dove uomo e donna sembrano identificarsi nei bisogni della moda ma il trend verso le sfilate uniche al maschile e femminile è ormai sdoganato. Aveva iniziato Burberry facendo sollevare molte polemiche ed ora è anche un altro marchio del lusso come Gucci ad andare verso questa direzione. La decisione è stata comunicata dal direttore creativo Alessandro Michele precisando che dal 2017 si presenterà una sola collezione a stagione combinando menwear e womenwear. La prima sfilata che seguirà questo nuovo corso si svolgerà nel nuovo headquarter milanese …

  • 5 aprile

    P.A.: siglato accordo che riduce i comparti a quattro

    (PRIMAPRESS) – ROMA – E’ stato firmato tra Aran e sindacati l’accordo che riduce i comparti del pubblico impiego a quattro. E’ quanto fanno sapere le sigle presenti al tavolo, al termine di un incontro fiume che si è chiuso con la sottoscrizione dell’intesa, nella notte. “Ora il governo non ha più alibi: si rinnovino i contratti pubblici e lo si faccia subito”, scrive la Cgil in una nota appena successiva alla firma. – (PRIMAPRESS)

marzo, 2016

  • 31 marzo

    Confindustria: Vincenzo Boccia designato nuovo presidente

    (PRIMAPRESS) – ROMA – Vincenzo Boccia è stato designato nuovo presidente di Confindustria. Lo ha deciso il consiglio generale riunito oggi a Roma. Per l’elezione definitiva si dovrà attendere l’assemblea privata del 25 maggio in cui saranno chiamati a votare circa 1.400 imprenditori. Boccia succederà dunque a Giorgio Squinzi e guiderà l’associazione per i prossimi quattro anni. Il 26 maggio, nell’assemblea pubblica terrà il suo discorso, davanti alla platea di imprenditori e istituzioni. L’imprenditore salernitano ha superato l’altro candidato in corsa, il bolognese Alberto Vacchi. Su 198 aventi diritto, hanno votato in 192: Boccia ha ottenuto 100 voti, Vacchi 91 …