Home / Economia e Finanza / Venerdì nero per i bancari: MPS -4,6%

Venerdì nero per i bancari: MPS -4,6%

<!– –>

Pioggia di vendite sui bancari.
Affonda il Monte dei Paschi di Siena. L’istituto toscano ha subito una flessione del 4,56% a 0,576 euro. Ieri l’assemblea dei soci ha approvato il bilancio dell’esercizio 2014, chiuso con una perdita netta civilistica di 5,44 miliardi di euro, e ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione che resterà in carica nel triennio 2015/2017: Alessandro Profumo è stato confermato alla presidenza della banca. Inoltre, l’assemblea del Monte dei Paschi di Siena ha approvato l’aumento di capitale per massimi 3 miliardi di euro e il raggruppamento delle azioni ordinarie nel rapporto di una nuova azione ogni 20 esistenti. Intanto, con riferimento alla vicenda Nomura/Alexandria, il Monte dei Paschi di Siena ha precisato che la cifra di un miliardo di euro riportata dai media è stata stimata dalla banca a fine gennaio 2015 e rappresenta il potenziale corrispettivo da riconoscere a Nomura nel caso, ad oggi ipotetico, di una chiusura dell’operazione e non invece l’impatto che emergerebbe sul conto economico e sul patrimonio regolamentare dell’istituto. Infine, dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 9 aprile UBS Group ha ridotto la partecipazione detenuta nel capitale del Monte dei Paschi di Siena, portandola dal 3,335% all’1,485%.
Male gli istituti popolari. La Popolare di Milano ha perso il 3,61% a 0,895 euro, mentre UBI Banca ha terminato la giornata con un ribasso del 4% a 7,075 euro.
Chiusura decisamente negativa anche per IntesaSanpaolo (-3,68% a 2,984 euro) e per Unicredit (-3,54% a 5,99 euro).

<!– –>

About admin

Check Also

La fiscalità nel mondo dei giochi con la nuova Legge di Stabilità